lunedì 29 dicembre 2008

Le terme di Hakone (箱根町)



Hakone è un paesino circondato dalle montagne nella prefettura di Kanagawa. Principalmente la sua popolarità è dovuta alle tantissime terme naturali che vi si possono trovare, grazie alla vicinanza del monte Fuji. Hakone comprende anche un lago circodato dalle montagne ed i paesaggi che si riescono apprezzare sono spettacolari. Se a questa cartolina aggiungete il monte Fuji coperto dalla neve avete il ritratto completo.
Lo scorso Venerdì sono andato andato ad Hakone per visitare una delle tante onsen, e con me sono anche venuti Andrea, Jenny ed altri amici Giapponesi. L' unica nota negativa è stato il fatto che siamo arrivati lì nel tardo pomeriggio e dunque non abbiamo potuto apprezzare i panorami mozzafiato. Le terme sono state a dir poco fantastiche ed abbastanza economiche. Conto di tornarci al più presto, ma questa vorrei rimanerci lmeno un fine settimana intero.


ENGLISH:

The Hakone Onsens

Hakone is a small town surrounded by mountains in the Kanagawa prefecture. It famous mainly for the high number of hotsprings due to the nearby mount Fuji. The panorama you can appreciate from there are just wonderful and is not rare to find an onsen whith nice views of the Fuji mount.
Last Friday I went to hakone with Andrea, Jenny and other Japanese friends to visit an onsen, and the only bad thing was that we got there in the late afternoon so we could not appreate the landscapes. The onsen was just wonderful and cheap too. I am planning to go there again as soon as possible and this time I would like to stay an entire week end.

サルヴァトーレ

Tag Technorati: , , , , , ,

domenica 14 dicembre 2008

Benvenuta Desirè



Oggi alle 10 di mattina circa (ora Italiana) è nata Desinè. Ebbene sì, sono zio per la seconda volta.
Sia la mamma che la bimba stanno molto bene, e la bambina pesa 3,45Kg. Questa è la prima volta che mi dispiace essere in Giappone, proprio perché non posso fare un salto per vedere la mia nuova nipotina.
Beh...concludo dando il benvenuto alla piccola Desirè in questo mondo e facendo gli auguri a Nino e Simona (ed ovviamente anche a me che sono Zio per la seconda volta)


ENGLISH:

Welcome Desirè

This morning around 10am (Italian time), my second niece Desirè was born. Yes...I am uncle for the second time. The mum and the new born are healthy, and Desirè's weight is 3,45Kg. This is the first case in which I regret I am in Japan, just because I am to far to jump and go to see my new niece.
Well...I stop giving my welcome to the lovely Desirè in this world and saying 'omedetou' to Nino and Simona and Gaia (which now has got a little sister), and to me since I am uncle for the second time.


渡都


Tag Technorati: , , , , , , , ,

lunedì 8 dicembre 2008

Dentisti: Italia VS Giappone


In questi giorni ho avuto la necessità di andare dal dentista perché un dente ha iniziato a farmi male. La prima volta ci sono andato accompagnato da "mamma Shieri" (la persona che in ufficio si prende cura dei lavoratori stranieri).
Quando sono arrivato ero un pò preoccupato a causa della non conoscenza della lingua e dunque del fatto di non capire quello che il dottore volesse comunicarmi, ma per il primo appuntamento Shieri a fatto da traduttrice. La seonda volta ho scoperto che la mia poca conoscenza del Giapponese era in realta suffiente a capire quello che dicesse il dottore (basta conoscere, ue, shita, migi...e via dicendo per capire su quale dente va a lavorare). Già dal primo appuntamento mi sono ricreduto scoprendo che il dottore il dottore era davvero bravo e che anche il prezzo era davvero contenuto se paragonato a quelli ci sono in Italia.
Per fare un esempio, una cura canalare è costa attorno 7500 Yen (circa 60€), mentre in Italia lo stesso trattamento costa attorno ai 250€ (se trovi un dentista onesto). La cosa migliore ovviamente, sta nel fatto che non mi ha fatto per niente male (nemmeno quando mi ha fatto l' anestesia).
A chi vive in Giappone, consiglio dunque, nel caso avessero male ai denti, di non esitare ad andare da un dentista, e non necessariamente aspettare il ritorno in patria per farsi felicemente scuoiare vivi dal proprio dentista di fiducia.


ENGLISH:

Dental Clinic: Italy VS Japan


In these days I needed to go to a dentist because one of my teeth did hurt. The first time I went with "mamma Shieri" (the person at Asahi KASEI, which takes care of the foreigner workers) which helped me to communicate with the dentist.
At first I was worring a little, mainly because I do not know the language, so it's not easy communicate by myself with the dentist, but I soon understood that my poor knowledge of the Japanese language would be enough to undertsand wath the doctor was saying to me and he was going to do on my teeth.
In the end I found out that the dentist is very good and the service is quite cheeper, compared to priceses in Italy. For example, a "canal terapy" is around 7500 Yen, while in Italy the same terapy is around 250€ (and in that case you should consider yourself lucky).
I suggest the Italian living in Japan for a period at least longer than 2 month, to go dentist in Japan instead of suffering waiting to go back to Italy, where your favourite dentist will steal you lots of money and probably will let you feel lot of pain.


サルヴァトーレ


domenica 30 novembre 2008

Domenica a Kamakura



La scorsa Domenica sono stato a Kamakura. Kamakura è una città nella prefettura di Kanagawa famosa per i suoi templi, ma soprattutto per la statua del Budda gigante (Daibutsu [大仏]), che è inoltre il più grande in Giappone. Sono partito da Sagami-Oono (a 15 minuti di Treno da Atsugi) ed abbiamo raggiunto Kamakura circa dopo un' ora di treno. Abbiamo visitato un tempio all' interno di un parco con delle koi (carpe Giapponesi) a dir poco giganti, e dopo avere mangiato tempura e soba per pranzo, ci siamo avviati per visitare il grande budda. Nel giorno in cui siamo andati noi c' era davvero tantissima gente e molti bambini che indossavano il kimono (a Kamakura ogni anno c' è una festa per tutti i bimbi di 3 e 5 anni) ma alla fine siamo riusciti a raggiungere il Daibutsu. Beh...devo dire che mi è piaciuto, ma forse mi aspettavo qualcosa di più, visto che in Giappone, il Daibutsu è segnalato come un a delle cose da vedere assolutamente. Fino ad ora niente riesce a superare la bellezza di Kioto e Nikko.

ENGLISH:

Sunday in Kamakura


Last Sunday I went to Kamakura (鎌倉). Kamakura is a city in the Kanagawa prefecture and it is famous for it's temples and because it was also the capital of Japan during the Kamakura period. One of the main Attractions in Kamakura is the big Budda Statue (Daibutsu [だいぶつ]), whic is the biggest in Japan. It took around one hour and half to reach Kamakura from Atsugi. One's arrived we first visited a temple and then we had to have tempra and soba for lunch. After lunch we went to see the Daibutsu, and on the way to the big budda there were many people and many kids wearing kimono. In Kamakura there is a celebration every year for kids 3 and 5 years old, and that justifies the kids wearing kimono. Well, when I seen the budda I was not so excited, actually I thought it would be bigger, also because in Japan every people suggest to go to visit the Daibutsu and maybe for that reason my expetions about it were high.
By the way, it was a very nice day, and Kamakura is very pretty place, but never like Kyoto and Nikko.

渡都


Tag Technorati: , , , , ,

martedì 25 novembre 2008

Regalo dall' Italia


Oggi ho ricevuto un dono dall' Italia, da parte del ragazzo che prima di me ha lavorato sul modello predittivo per la lingua Italiana, e che ha lasciato da poco il Giappone. Mi è stato inviato tramite una persona Giapponese che entrambi conosciamo e che ha recentemente visitato l' Italia.
Beh...il mio collega Steve (Londinese), a cui sono stati consegnati i doni da Manami (che devo ancora ringraziare), mi ha detto che mi erano stati inviati la Nutella e dei "Donuts" (le tipiche ciambelline Americane oleose) di cui tutto si può dire tranne che siano Italiane. Beh quando ho ricevuto il sacchetto ho subito identificato la nutella, ma soprattutto ho riconosciuto gli "Abbracci" della Mulino Bianco. Non li vedevo da tempo e mi hanno subito ricordato certe colazioni a casa la Domenica, con una bella tazza di latte caldo.
Beh...che dire???
Grazie Marco


ENGLISH:

Gift From Italy

Today I recieved a gift from Italy, from the guy that was previously working on the Italian language model, and that recently left Japan. He sent it to me by a Japanese girl that we both know and that recently visited Italy. Well, Steve, the guy who Manami (to which I still have to say thank you), said to me that Marco sent me Nutella and Donuts (the oily American staff you can find, for example at Mc Donald's), which are everything but Italian. Well...when he gave me the bag I soon identified the nutella and the "Abbracci, Mulino Bianco", which are Italian cookies. They soon remembered me nice breakfasts in the Sunday morning, with a good big cup of hot milk (very nice in this cold season).
Well...what else?
Grazie mille Marco

渡都


Tag Technorati: , , , ,

domenica 16 novembre 2008

iPhone e studio del Giapponese

Questa settimana ho comprato l' iPhone. Uno dei motivi per i quali l' ho comprato è stato il fatto che nell' application store ci sono davvero tante applicazioni gratuite molto utili per lo studio della lingua Giapponese. Nel mio caso, ho scaricato due dizionari ed una applicazioni per le flashcard dei kanji.
Una flashcard (in questo caso di kanji Giapponese) è una scheda (grande poco meno di una carta da poker) che contiene un kanji e ne spiega i significati, la pronuncia e soprattutto spiega come disegnarlo.
Tra le migliori flash-card per lo studio dei kanji ci sono quelle prodotte da white-rabbit-press ed il set con le flash card con i kanji per il JPTL4 costa attorno ai 22€.
Di seguito elenco le tre applicazioni (ricordo che ce ne sono davvero tante sia gratuite che a pagamento) che sto utilizzando nell' iphone.
1) Kotoba: è un dizionario che utilizza il dizionari del progetto JMdict, un progetto open source che ha come obbiettivo la creazione di dizionari per la ligua Giapponese. Kotoba (ことば) permette la ricerca veloce ed in locale di termini Giapponesi, dando la possibilità di scrivere in romaji, hiragana, katakana oppure di disegnare direttamente sullo schermo il kanji o kana che vi interessa cercare. E' possibile la ricerca tramite radicali, in modo da poter trovare kanji composti da altri kanji più semplici (i radicali appunto).
2) wwwJDic: e' una interfaccia al sito wwwJDic il quale come kotoba è permette di ricercare nei dizionari del progetto JMdict. La differenza sostanziale sta nel fatto cotoba viene installato totalmente in locale dunque non è necessaria la connessione ad internet ed è dunque tutto gratis. Dunque se non volete pagare soldini vi consiglio di usare kotoba.
3) Shin-Kanji Lite: è una applicazione che permette lo studio dei kanji tramite delle flash card. Contiene un database di circa 7000 kanji. Per ogni ideogramma si la pronuncia, il significato ed il modo in cui si disegna mostrato tramite una animazione (davvero utile). Una cosa molto utile sta nel fatto che i kanji posso esere cercati in base a delle categorie, come ad esempio il livello di JLPT (da 1 a 4). Si può ad esempio pensare di cercare solo kanji rappresentanti dei numeri oppure quelli per rappresentare dei numeri ordinali (una delle cose più complicate della lingua Giapponese).
Beh...sappiate che dunque l' iphone non è solo un oggettino per fighetti ma può essere davvero estremamente utile.


ENGLISH:

iPhone and Japanese Language Learning





Shinkanji 2.0 for the iphone




Last week I bought the iPhone, and one of the reasons why I chose it is the fact that there many useful free apllication to study the Japanese language. In my cae I found vary useful the application with flashcards for the study of kanjis. A flash card is card (with similar size of a poker card) showing a kanji, together with it's meaning, pronunciation and the way it must be drawn. A good collection of flash cards for japanese kanjis come from white-rabbit-press and the version with the kanji for the JPTL4 costs around 22€. Following I will show the application I am using in the iphone.
1) Kotoba: is a multilingual Japanese dictionary for iPhone and iPod touch. The dictionary files are embedded in the application so that the dictionary service is avaliable at all times with no additional cost.
Kotoba! was created using the amazing JMdict files from the Electronic Dictionary Research and development group based on the work of Jim Breen on the EDICT project. Use Japanese keyboard to lookup words in kana/kanji. It's also possible to use the traditional Chinese character recognition to draw directly on the iphone screen the kanji you want to lookup.
2) wwwJDic: is an interface to access the web dictionary wwwJDic from the iphone. This application is sligtly similar to Kotoba with the difference that you need to acces the internet to use it and then you are probably going to pay for using it.
3) Shin-Kanji Lite: is an application to study kanjis by using flash cards on the iphone screen. It features a database of more than 7000 kanjis and it uses very useful animations to show how given kanji must be drawn. Moreover the kanjis are organized in different categories (for example the four JPLT levels) which makes straightforward the browsing of the database.


Well...this was a prove of how the iPhone is not just a fashion toy...


渡都


Tag Technorati: , , , ,

martedì 11 novembre 2008

Finesettimana all' onsen



Lo scorso Sabato sono andato a vedere un festival di esibizioni artistiche internazionali ad Atsugi. Durante il pomeriggio abbiamo incontrato Otsusan che ha proposto di andare alle onsen (le terme Giapponesi).
La sera, io, Otsu, Aruchan e Boy (un ragazzo Tailandese) siamo andati in macchina verso la prefettura di Yamanashi (山梨県), che è confinante con la prefettura di Kanagawa. Yamashita è famosa per le tante fonte termali naturali dovute alla vicinanza del monte Fuji (富士山). Il viaggio è stato un pò lungo (2 ore andata e 2 ore il ritorno) ma all' arrivo alle terme all' aperto su una montagna altissima ci siamo resi conto di quanto ne valesse la pena. Dalle terme situate sul monte Kita (la seconda montagna più alta del Giappone dopo il monte Fuji) si vedeva tutta l'area del Kanto, e vederde quella miriade di luci è stato fantastico...aggiungete che stai spaparanzato all' interno di terme caldissime e cercate di immaginare il risultato.


ENGLISH:

Weekend at the Onsen




Last Saturday I went with my friends to see some artistic exibitions around Hon-Atsugi (本厚木). In the afteroon Otsusan joined us and then he proposed to go to onsen in Yamanashi prefecture.
Me, Aruchan and Boy joined him and so we left Atsugi at 5:30 to go to Yamanashi. We went by Otsu's car and arrived there around 8 pm. Yamashita prefecture (山梨県) is known for her natural hotsprings due mainly to the close mount Fuji (富士山). The panorama from the mount Kita (were hotsprings were located) was wonderful. It was possible to see all the Kanto area and if you consider that this was happeing while you relaxing in a outdoor onsen...well you can maybe guess how much it was wondeful.

渡都

Tag Technorati: , , , , ,

domenica 9 novembre 2008

Il Mio Lavoro (Aggiornamento 1)

Venerdì scorso ho ricevuto una notizia due notizie dal mio boss, di cui una bella ed una meno piacevole (almeno per me).
Sono stato convocato per sentirmi dire che i clienti (principalmente Nissan e Renault) sono contenti di come funzioni la versione Italiana di Vorero. Come potete facilmente intuire quella di cui ho appena parlato e' la bella notizia.
La notizia meno piacevole consiste nell' avere scoperto che il mio boss vuole che non lavori piu' sul modello predittivo per la lingua Italiana e che inizi ad occuparmi del modello Tedesco. La mia frase dopo avere ricevuto la notizia dal boss è stata: yada!!! (che sta ad indicare la mia disapprovazione).
Dopo il mio "yada", il boss ha sorriso ed ha chiesto se fosse tutto a posto, ed allora io ho risposto che non mi piace il Tedesco ma che farò del mio meglio (insieme alle altre tre persone che ci lavorano sopra) per migliorarne le performance.
In vita mia non mi sarei mai sognato di dovere imparare un pò di Tedesco...beh la verità è che non mi è mai piaciuto.


ENGLISH:

My Job (Update 1)

Last Friday I recieved two news from my boss, and as usual, one is nice and one is not.
The good news is that the Italian model is working very good and the customers (mainly Nissan and Renault) are very happy about it. The bad news is that, since the Italian model is quite good now, I should stop working on the Italian model and start working in the German language one.
My first expression when my boss said that to me was: YADAAAAA!!!!
Then my boss esked me if I am was ok, and I answered that I just do not like German language. Then I said that I would work on it anyway and I will do best to improve that model too. And my boss said: "ganbatte ne!!".


サルヴァトーレ


Tag Technorati: , , , , ,

lunedì 3 novembre 2008

La Mia Nuova Casa




Oggi mostrerò qualcosa della casa che mi è stata fornita dalla azienda per la quale lavoro e nella quale vivrò durante la mia esperienza in Giappone.
Prima di arrivare mi aspettavo che fosse più piccola, ma quando sono arrivato sono rimasto positivamente stupito anche perché considerando che le case in Giappone sono molto piccole e considerato inoltre che ci vivo da solo, la casa è abbastanza spaziosa. In pratica è un piccolo monolocale all' interno del quale non manca però nulla. Al suo interno vi ho trovato tutto quello che serve in una casa: dall' aspirapolvere al microonde, al condizionatore. L' angolo cucina purtroppo è davvero piccolo, ma questo problema lo notato soltanto le persone a cui, come me, piace cucinare. Una cosa che comprerò al più presto è un tavolo in stile Giapponese, anche perché quando dei miei amici vengono a trovarmi non è proprio il massimo mangiare per terra senza un tavolo.
Considerando che la casa e tutte le spese ad essa connesse sono pagate dall' azienda, beh...non mi resta che essere contento.


ENGLISH:

My New Home




Today I will show something about my home in Japan.
Before I seen it, I thought it would be smaller then it actually is, but when I seen it I was soon positively impressed. Considering that Japanes houses are relatively small (especially compered to the Italian houses) and considering that I will leave by myself, I thing it is big enough. Inside I found almost everything I need, from the rise-cooker to the microwave. It is composed by the main room and a bathroom (including bathtub). The only thing I would like to be little bigger is the cooking area, but this little inconvenient can be noticed only by people who, same as I do, like too cook. One of the thing I will soon buy is a Japanese style table, mainly because when I invite someone, and I cook, is not nice too eat ont the floor.
To conclude, considering that the company is paying for the home and for all the expenses conected to it, well...I can only be happy.


Tag Technorati: , , ,


渡都

mercoledì 29 ottobre 2008

Il mio lavoro (parte 1)


Sono venuto in Giappone per lavorare come stagista alla Asahi KASEI ad Hon-Atsugi.
La Asahi KASEI è una grande azienda Giapponese che iniziato nel campo della chimica per poi arrivare alla produzione di materiali edili ed ora è anche nel campo dell' informatica.
In particolare io lavoro nella divisione "new businness solutions" e nella sezione "Multilingual Speach Recognition Group".
Semplificando di molto la descrizione del mio lavoro, mi limiterò a dire che il mio compito consiste nel cercare di migliorare il software di riconoscimento vocale (VORERO) prodotto dalla Asahi KASEI. Io ovviamente mi occupo di migliorare la parte che riconosce la lingua Italiana.
In realtà sarebberò necessari almeno tre post per spiegare quello di cui mi occupo, dunque per ora accontetatevi di questo. In una parola, vi basti sapere che faccio ricerca per la Asahi KASEI.
Il posto di lavoro è a 10 minuti a piedi dal posto in cui vivo. La costruzione si chiama AXT Tower, ed essendo il palazzo più alto della città si vede praticamente da ovunque.
In ufficio sono tutti molto gentili e l' ambiente è molto rilassato, ed è inoltre mandatorio riposarsi almeno 10 minuti ogni ora :-) .
Non ci si stanca mai troppo, ed il lavoro è molto interessante. Alle 12:00 c' è la pausa pranzo di 1 ora, durante la quale si può andare a mangiare in caffetteria, comprare un bento dai camioncini che si piazzano sulla strada oppure andare in un ramen shop o a comprare degli udon.
Alle una si inizia di nuovo a lavorare e sitermina alle 17:45.
Di solito quando torno a casa vado subito a fare due passi al centro di Atsugi, per riposarmi un pò o per fare un pò di spesa per la cena.


ENGLISH:

My Job (part 1)


I came to Japan, in Hon-Atsugi to work for one year for Asahi KASEI Corporation. AK is a big Japanese company which started their businness in the area of chemistry and nowadays is producing almost everything.
I work as a researcher in the engeneering/Computer-Science area, and in particular I am part of the Multilingual Speech Recognition Group. To explain exactly wat I am doing would maybe need 3 posts, so I will only tell you that my task is to improve the performances (quality) of a speech recognition software produced by Asahi KASEI.
The working place is 22th floor of the Atsugi AXT main tower. It is the highest building in Atsugi, so you can see it from everywere (even from Yokohama's main building). I can go at work in 10 minutes by walk, since the building is quite close to the place where I stay.
The work is not hard (I mean not stressing) and all the people at the office are very nice and kind. I start working at 9am (I can also go at 10am, and leave one hour later then the normal working time) and at 12am we have lunch time break. For lunch I can go to buy something at konbini or caffetteria (しょくど) or I can go outside to buy bento from the bento-moving-shops on the street or go to some ramen shop close to the AXT.Moreover in the office we have microwave, coffee machine, tea, and many other things that you can have for free. Yesterday I prepared lunch for the lunch break and today I could eat it using microwave...it was quite fun.
At 1pm we restart working, and dunring the working time it is mandatory to take a 10 minutes break to take some rest (I think they are too kind). The work is never stressing we all of us help each ther when needed. I stop working at 5:45pm.
Usually after work I go for a walk at the center of Hon-Atsugi (12 minutes by walk from Youth Heim) just to take rest, or to buy something to cook for the dinner.


渡都

Tag Technorati: , , , , , ,

martedì 21 ottobre 2008

Viaggio

Vivo in Giappone da cinque giorni e non ho assolutamente avuto il tempo di aggiornare il Blog...
Il viaggio è andato molto bene a parte il fatto che stavo per perdere la coincidenza all' aeroporto di Heathrow.
Una volta atterrato a Narita e passati i controlli all' ufficio immigrazione, ho aspettato l' autobus che porta ad Sagami-Ono, un posto poco lontano da Atsugi. A Sagami-Ono ho incontrato la coordinatrice dell' internship con la quale abbiamo preso il treno per Hon-Atsugi.
Una volta ad Hon-Atsugi ci siamo recati al Youth-Heim, dove si trova la mia nuova casa, per lasciare i bagagli.
Lasciati i bagagli, via in ufficio a conoscere i miei nuovi colleghi. La cosa è stata abbastanza traumatica, visto che dopo più di 24 ore di viaggio  mi si sono presentate circa 25 persone provenienti da ogni parte del mondo. Ovviamente, uscito dall' ufficio non ricordavi nemmeno un nome.
Arrivato a casa, ho buttatto per terra il futon e buona notte a tutti.


ENGLISH:

The travel

I live in Japan since 5 days and I didn't really had the time to write on the blog...
The travel was ok, even if I was close to lose the flight from Heathrow to Narita. Landed in Narita, I after I passed throw the immigration office, I son went to catch the bus to reach Sagami-Ono which is quite close to Hon-Atsugi. In Sagami-Ono I met the internship coordinator, and togheter we went to catch the train to Hon-Atsugi. Once in Hon-Atsugi, we went to leave my luggage at the my new home, and from there we directly moved to visit my new colleghes, at the office at the AXT Main Tower.
There I met many people in few seconds, and they comes from all around the world, so as you can imagine, after I went out from the office I did not remember any name.
After the office I went back to my new home, dropped dow the futon and...Oyasumi.


サルヴァトーレ



Tag Technorati: , , ,

domenica 12 ottobre 2008

さよならタイム (sayonara time)

Il giorno della partenza è sempre più vicino ed è ovviamente il momento di salute amici e persone care.
Questo fine settimana, ho dovuto salutare tante persone, e certe volte è stato triste anche perché non so quando le rivedrò di nuovo.
Il Giovedì scorso ho salutato, anche se con lui ci rivedremo il prossimo Natale visto che lui verrà a trovarmi in Giappone. Il Venerdì ho Salutato Enrico (Il mio professore) ed Angela (la ricercatrice che mi seguito durante il lavoro di tesi), ed ho inoltre finito il lavoro che mia avevano chiesto di fare prima della partenza.
Sempre Venerdì ho saluta la mia amica Tejal, ed in quel caso sapevano che rivederci sarà ancora più difficile, visto che Domenica lei parte per la Danimarca.
Questa domani vado a trovare mia sorella e mio cognato e poco prima di Martedì partirò per Milano dove saluterò altri amici.
Beh...ora vado a finire la preparazione della valigia...


ENGLISH:


Sayonara Time

The day I will leave to Japan is always closer and obviously it's also time so say ciao to my good friends.
In these days I had to say sayonara to many people and in some case it was very sad because we do not know when we will have the chance to meet again.
On Thuesday I said ciao to Arge, but in that case it's ok somehow because he will come to visit me in Japan in the end of December. On Friday I met Enrico (my Professor) and Angela, we went out to for a drink, and I am also happy because I could finish the work they wantem to do before I leave to Japan. Still on Friday I met my Indian friend Tejal, and in that case was more sad to say goodbye because she is going to work in Denmark, so we really do not know when we will have the chance to meet again.
Tomorrow I will visit my sister and my brother in law, and before Tuesday I will go to Milan to meet some other friend.
Well...now I go to finish preparing my suitecase...

渡都


Tag Technorati: , , , , ,

lunedì 6 ottobre 2008

Daitarn 3 (無敵鋼人ダイターン3, Muteki Kōjin Daitān 3)

•Daitarn 3 (sigla completa)•


• muteki koujin daitarn 3 op •



Questo fine settimana ho visitato mia zia, che vive vicino a Trento e dove ho portato le scatole contenenti le cose che avevo nella mia stanza a Trento.
La sera mentre studiavo, la televisione trasmetteva Daitarn 3, e non potevo ovviamente non fermarmi a guardare questo cartone che mi ricorda tanto quando ero bambino e che comunque mi piace ancora :-)
Daitarn 3 (il titolo in Giapponese è: 無敵鋼人ダイターン3) è una serie animata televisiva Giapponese di serie mecha ideata da Yoshiuyuki Tomino (il quale ha creato anche Gundam), ed il design del robot è stato creato da Kunio Okawara (il primo mecha designer della storia dei cartoni Giapponesi).
Daitarn 3 nasce prima di Gundam, ed un tipo di robot simile a Mazinga o Goldrake, nel senso che non finisce mai le munizioni (cose accade ad esempio ai robot di tipo mobile suite, come Gundam) o il carburante e sono praticamente invincibili.
Ho notato come, a differenza di Gundam il quale spopola in Giappone, Daitarn 3 è quasi sconosciuto. In Italia la situazione è invertita visto che Daitarn 3 sembra essere più popolare Gundam (di cui sono state fatte una infintà di serie animate).
Beh, secondo me uno dei motivi della sua popolarità, oltre ovviamente all' idea geniale dei megaborg, ed al fatto che Daitarn 3 usa le arti marziali nei suoi combattimenti (in Manzinga e Goldrake non vi erano degli scontri corpo a corpo), è anche la musica della sigla.
Chi non conosce la sigla Daitarn3 ?
Beh, secondo me la conoscono praticamente tutti (per lo meno quelli che come me sono cresciuti tra gli anni ottanta e novanta).

UPDATE:
Ho trovato il video della sigla in Giapponese...così potete confrontarli :-)


ENGLISH:


Daitarn 3 (無敵鋼人ダイターン3, Muteki Kōjin Daitān 3)

Last weekend I visited my aunt which lives close to Trento, and I went to visit them before I leave Italy.
In the early night, while I was working on the draft for the publication of my thesis work, I heard a very familiar song. The TV was showing an episode of Daitarn 3, which I cartoon that I was used to watch when I was child and I still like watching if I have the chance.
Daitarn 3 is an animated tv series of mecha-style robots, created by Yoshiuyuki Tomino (same creator of Gundam), and Kunio Okawara (which designed the mecha).
Same as "Goldrake" (UFOロボグレンダイザー) and "Il Grande Mazinga" (グレートマジンガ), and differently from mobile suite-style robots like Gundam, Daitarn never goes out of ammo or never finishs it's fuel, and it almost invicible.
I noticed how Daitarn 3 is almost unknown in Japan, while it is quite popular in Italy (it is also more popular than Gundam).
Why is that happening??
Well, I loved the idea of the megaborg transformations, and also the fact that Daitarn3 fights against his enemies using martial arts (in Mazinger and Goldrake there is almost no phisical contacts between robots, if it happened it was always using some weapon).
Another reason I think is the entering theme (the Italian one) of the anime.
I am sure every Italian knows it (at least the people that like me grown up between 80's and 90's).

By the way , I think is interesting to see how some ideas proposed by Tomino in Daitarn3 (which was concurrent of Go Nagai's robots) anitipated Gundam (created from Tomino just after Daitarn 3).


UPDATE:
I found the Japanese Opening....just take a look at it...


サルヴァトーレ



Tag Technorati: , , , ,

martedì 30 settembre 2008

Sono quasi pronto per partire...

Oggi ho comprato l' assicurazione sanitaria che mi coprirà durante il mio anno in Giappone. Adesso non mi resta che impacchettare le ultime cose prima di essere pronto per partire.
Beh, oggi non avrò il tempo di impacchettare niente, al contrario, forse spacchetterò qualcosa. Il fine settimana sono stato a Ravenna a visitare degli amici prima di partire, e come al solito è stato davvero molto bello e rilassante.
I giorni passano velocemente e prima che io me ne potrò rendere conto sarò già sul volo che mi porterà sulla terra del sol levante.


ENGLISH:

Almost ready...

Today I bought the health ensurance that will cover any medical expences (I hope I will never use it...) while I will live in Japan. Now I only have to pack last few things and then I will be ready to leave.
Well, today I will not have time for packing, actually I think I will do some unpacking :-) instead of packing. Last weekend I went to Ravenna to visit some friend before I leave, and as usual it was very nice and relaxing.
Days are passing very fast and I will so be on plane that will take me to land of the rising sun.


サルヴァトーレ



Tag Technorati: , , ,

giovedì 25 settembre 2008

HANKO scelto!!!


Finalmente ho scelto l' hanko che utilizzerò in Giappone per firmare (timbrare) i documenti in Giappone.
L' hanko è un timbro personale che può essere paragonato alla nostra firma. Solitamente è composto dai Kanji che rappresentano il cognome di famiglia, ed ha una valenza ufficiale e legale.
Nel caso degli stranieri, l' hanko non è semplice da realizzare, soprattutto perché i nomi degli gaijin si scrivono in katakana e sono molto lunghi rispetto ai nomi Giapponesi scritti tramite i Kanji.
Nel mio caso, la coordinatrice che si sta occupando della creazione del mio hanko, mi ha fatto notare come Salvatore (il mio nome) fosse lungo e difficile da rappresentare tramite Kanji, dunque mi ha chiesto se si potesse utilizzare Totò (toto) piuttosto che Salvatore. Io ho ovviamente risposto di si, dato che Totò è praticamente il mio nome (in Sicilia, Totò è un diminuitivo di Salvatore).
Mi è stata dunque inviata una lista con 10 kanji il cui suono è "to" e mi è stato chiesto sceglierne 2. La scelta poteva essere fatta in base al significato o in base alla bellezza dei kanji (in particolare il numero linee di cui questi sono composti).
Io ho scelto 渡都 che dovrebbe significare qualcosa come "cosmopolita". La mia scelta è stata anche influenzata dal fatto che quei due ideogrammi mi piacevano in particolare.

Voi cosa avreste scelto?


ENGLISH:


Hanko ready!!!

Finally I chose the hanko that I will use in Japan to put stamp in documents. The hanko is a personal stamp which is comparable to the way we use signature. It is usually composed by the Kanji of the family name and it has official and legal value.
In the case of foreigners, the hanko is not easy to create simply because foreign names are not easy (sometimes is impossible) to be represented using kanji. In my case, the internship coordinator asked me if she can use "toto" instead of Salvatore as my name, because Salvatore is quite hard to be represented by kanji. I answered yes, also because "Totò" is actually another way to say "Salvatore" (in Sicily, Totò is another way to call Salvatore) and many people call me Totò.
She sent me a list of 10 kanjis which sound is "to", and she asked me to choose the two kanjis that will compose my hanko.
I did choose 渡都, which meaning should be close to "cosmopolitan", and also because I liked the way those kanjis look. The choosing criteria were the meaning and/or the number of strokes of the kanjis.

What would you chose???

渡都


Tag Technorati: , , , ,

mercoledì 24 settembre 2008

Permesso Internazionale Di Guida


Oggi ho ottenuto la patente internazionale dalla motorizzazione civile di Trento. Quando sono arrivato lì, al momento del ritiro ho puntualizzato di nuovo: "mi avete fatto la patente che mi permette di guidare in Giappone vero?". Manco a dirlo...avevano sbagliato la patente, anche se io lo avevo specificato nel modulo per di richiesta.
Ho dovuto dunque aspetta circa 10 minuti (devo dire che sono efficienti) affinché mi facessero un' altra patente modello "Ginevra 1949" (quello valido per il Giappone). Per chi non lo sapesse, esistono il modello "Ginevra 1949" ed il modello "Vienna 1968". La differenza principale tra le due sta nel fatto che il modello "Ginevra" ha la durata di un solo anno, mentre quello "Vienna" dura 10 anni. Ovviamente cambiano anche i paesi nei quali sono validi i due modelli di patente.
Per fare la patente internazionale in Italia sono necessari:
• 1 marca da bollo di 14,63€
• 2 versamenti sul conto corrente della motorizzazione civile, (1 da 9€ ed 1 da 14€ circa)
• 1 fototessera
• 1 fotocopia della patente di guida (quella Europea) in corso di validità
• La patente di guida originale in corso di validità

E' anche possibile fare la patente direttamente in Giappone recandosi in qualche consolato Italiano o all' ambasciata Italiana a Tokio. il sito della motorizzazione Giapponese da inoltre molti dettagli su come ottenere la patente di guida per gli stranieri in Giappone.

Non sono sicurò se avrò l' occasione di guidare in Giappone, ma se ne dovessi avere l' opportunità la cosa non mi dispiacerebbe affatto, dunque meglio essere a posto con la legge.


ENGLISH:

International Driving Licence




Today I got the international driving license, so that I will be able to drive car in Japan if I will have the chance. Well, when I arrived to the "motorizzazione civile" to get the license I noticed they mistook the model of licence. so I had to wait (almost 15 minutes) until they made a new license that would valid to drive in Japan.
There are two versions of international driving license:
• "Vienna 1968" version which is valid for 10 years and do not allow to drive in Japan.
• "Ginevra 1949" version which is valid only for 1 year and it is valid to drive in Japan.
As you can easily guess, at first they gave me the "Vienna 1968" version which would be useless to me.
The driving license is actually just a document containing the translations of my Italian driving licence in many languages. My driving license includes Japanese, Greek, Duch, German, Spanish, English, Arab and French language translations. So I can use it in Japan, and I guess also in some African country, Latino America and some other conutry (I guess Vietnam too, since it includes French language translation).
It would be also possible take the driving license directly in Japan by going to an Italian consulate or at the Italian embassy in Tokyo. The Japanese Automobile Federation (JAF) prepared a page in Italian language which explains what to do to get the driving permission I am talking about.

I actually do not know if I will have the chance to drive in Japan, but if I would have the chance I would be happy to drive and so it's better to be ok with Japanese laws.


トト

Tag Technorati: , , , , , , ,

lunedì 22 settembre 2008

Volo prenotato!!!!

Oggi finalmente sono riuscito a prenotare il volo per Narita. Si parte da Milano Linate per raggiungere l' aeroporto di Heathrow a Londra. Dopo lo scalo, di soltanto 40 minuti, si parte per Narita. La compagnia, come potete facilmente immaginare, è la British Airways.
Il costo del biglietto è stato ragionevole, anche se non mi interessa più di tanto visto che il costo dello stesso mi sarà rimborsato dopo il primo mese di lavoro.
All' arrivo a Narita dovrò recarmi ad Atsugi (Hon-Atsugi), seguendo una percorso che specificherò più avanti, dove incontrerò la coordinatrige del progetto di interniship della Asahi KASEI, che probabilmente mi accompagnerà nel posto in cui abiterò ed in seguito, ad incontrare i miei futuri colleghi di lavoro.
Ora non mi resta che comprare l' assicurazione sanitaria, finire il trasloco dal mio attuale appartamento, e volare verso il paese del sol levante.


ENGLISH:

Booked!!!!


Today I finally booked the air ticket to fly to Narita. I will leave from Milano Linate airport to reach the Heathrow airport in London. From the main English airport I will fly to Narita just after a 40 minutes stop. As you can easily guess, I will fly with British Airways (obviously I did not wanted to use Alitalia now).
When I will arrive in Narita, I will directly go to Hon-Atsugi, where I will meet the internship coordinator which will probably take me to the new place I will live and then to meet my future colleghes.
Now I only have to buy health insurance, finish packing staff in my apartment, and then fly to the land of  the rising sun...

what else...I am genki-kun :-)

Salvatore



Technorati Tags: , , , , , ,

giovedì 18 settembre 2008

Aggiornamento

In questi giorni ho avuto delle informazioni definitive riguardo il mio viaggio in Giappone.
Riassumo quello che è successo nell' ultima settimana:
• Mi è stata comunicata la data in cui dovrò essere ad Atsugi, dunque ora non mi rimane che prenotare il biglietto.
• La mia amica indiana Tejal si è laureata ed ho anche incontrato dei vecchi amici stranieri per l' occassione.
• Ho fatto richiesta per la patente internazionale (la riceverò la prossima settimana) in modo che potrò guidare in Giappone quando necessario.

In questi giorni scriverò degli aggiornamenti sui singoli argomenti, a presto...


ENGLISH:


Update


In these days I recieved some information about the dates I will be in Japan.
Following I write what happened during this week:
• The company notified me the exact date I must be in Atsugi (it will be in the middle of October), so I only nedd to book the ticket and I am almost sure I will fly with Lufthansa.
• I applied for the international driving license (I will recieve it next week), so that I can drive car in Japan if I will have the chance (obviously I am not going to buy car...well maybe byke).
• My friend Tejal got her graduation yesterday, and it was very nice also bevause I had the chance to meet some old foreign friend.

Soon I will write posts about the each of the topics above...
ciao ciao

サルヴァトーレ

domenica 14 settembre 2008

Permesso di sogiorno ottenuto


Lo scorso Giovedì ho ricevuto a Trento il CoE intorno alle 16 ed alle 18 sono subito partito per Milano ( da notare che ero tornato la notte prima dalla Sicilia). Il Venerdì mattina mi sono recato al consolato del Giappone a Milano per richiedere il visto. Sono Entrato alle 10 di mattina e sono uscito alle 10:20 dopo avere compilato il modulo per la richiesta della VISA e dopo avere consegnato tutta la documentazione richiesta dal consolato (passaporto compreso). Prima di uscire mi è stato detto di tornare alle 15, orario in cui avrei poturo ritirare il mio passaporto (con VISA inclusa).
dalle 10:30 alle 14:30 ho girovagato per Milano, rischiando inoltre di annegare a causa della tempesta di pioggia (io indossavo una leggerissima magliettina estiva) che per circa un' ora si è abbattuta sulla città dei panettoni.
Dopo avere mangiato al Mc Donald's che si trova in piazza Duomo, e dopo aver girato un pò per Milano, sono tornato alle 14:40 al consolato Giapponese. Una volta entrato mi è stato immediatamente consegnato il mio passaporto con all' interno il visto annuale che mi permetterà di viverci per un anno.
Il resto del Venerdì e del Sabato l' ho trascorso con dei miei carissimi amici che spero di riincontrare prima di partire per il Giappone.
Che altro dire...sono stanchissimo, ma sono anche felice come una Pasqua.


ENGLISH:

I got VISA for Japan


Last Thuesday I recieved the CoE from Asahi KASEI around 4pm and I left to Milan at 6pm (I went back from Sicily the night before). On Friday morning I went to the Japanese consulate to apply for my VISA. I enter at 10am and I came out just 20 minutes later after I compiled the application form, I gave them all the needed documents (including my passport). At the VISA office the saied to me come back at 3pm to get my passport and visa.
During the spare time I walked around Milan and I also got lot of rain because it rained very hard for almost one hour. I had lunch at Mc Donald's and then, after walking around Milan for another hour, I went back to the Japanese consulate. Ones I entered they soon gave me my back my passpot with the Japanese visa attached on it.
I spent Friday and Saturday with some nice friend which I hope to meet again before I leave to Japan.
What else....I am very tired but crazy genki.

サルヴァトーレ

Technorati Tags: , , , ,

sabato 13 settembre 2008

Arrivo e Riparto

Giovedì nel pomeriggio sono arrivato a Trento. Nella mattinata ho incontrato qualche vecchio amico a Catania. Il viaggio è stato è stato ottimo e sono arrivato a Trento che non ero molto stanco.
Devo dire che mi era mancata la mia vecchia stanza ed anche Trento mi era mancata un pò. Il Venerdì a pranzo sono andato a pranzo da Apo e Rox e sono stato molto felice di rivederli.
Nel pomeriggio ho finalmente ricevuto il CoE con allegata una lettera di invito da parte dell' azienda. Questi documenti sono fondamentali per potere ottenere il visto (permesso di soggiorno) da parte dell' ambasciata o del consolato Giapponese.
Ora si parte per Milano, per raggiungere il consolato Giapponese tramite il quale otterrò il visto per lavorare un anno in Giappone.


ENGLISH:

Just arrived and already leaving...

On Thuesday afternoon I arrived in Trento. In the morning I met some old friends in Catania. The trip was ok and when I arrived in Trento I was not too tired.
I must admit that I missed my room and also missed Trento somehow. On Friday I had lunch with Apo and Rox and I gave them the wine I bought in Sicily and some sweets.
In the afternoon I finally received the CoE with attached an invitation letter from Asahi KASEI. Those two documents are needed to obtain the visa from the Embassy or Japanese Consulate.
Now I have to leave to Milan to go the Japanese consulate and apply to obtain the VISA to work in Japan for one year.

Technorati Tags: , , , , ,

martedì 9 settembre 2008

Preparazione alla partenza dalla Sicilia


Domani riparto per Trento e sto iniziando a preparare i bagagli. Gli ultimi tre giorni sono stati i migliori dei 15 giorni passati in Sicilia. Dei miei vecchi amici sono venuti a trovarmi questo fine settimana, e sopratutto sono riuscito ad andare al mare.
Sabato scorso sono andato a trovare Giovanni, un mio vecchio compagno di liceo. Ha già due figli ed è molto bello notare che tutto sommato rimane la stessa persona che avevo conosciuto circa 14 anni fa.
Domenica sono venuti a trovarmi Fabio e Patrizia. Entrambi sono dei cari amici conosciuti quando studiavo a Catania. Lei si è da poco laureata in medicina e lui sta per laurearsi in ingegneria. E' stato particolarmente bello anche perché abbiamo ricordato le cose che abbiamo combinato quando siamo andati assieme a Londra (circa 4 anni fa).
Nel fine settimana ho anche comprato due paia di scarpe che utilizzero il prossimo invero. La cosa interessante è che le ho trovate in un piccolo negozio a Palma Di Montechiaro (la città dove era il mio liceo), mentre a Licata non ho trovato niente che mi piacesse.
Ora non mi resta che comprare delle cose da mangiare e qualche bottiglia di vino da portare ad Apo e Rox.
Ora si continua la preparazione della valigia.


ENGLISH:

Preparing to leave Sicily


Tomorrow I will leave Sicily to go back to Trento and I am going to start packing. Last 3 days were the best days I had in these two weeks in Sicily. Some old nice friend came to visit me last weekend and, last but not the least, I went to the beach last 3 days.
Last Saturday I went to visit Giovanni, one my old high school friends. He already has two child and was very nice that he is almost the same person I known almost 14 years ago.
On Sunday Fabio and Patrizia came to Licata to visit me. They leave close to Piazza Armenia, which is far from Licata almost one hour and half by car. She is medic since 3 month and he will be engineer next year. We went to the beach in Licata (at "Pisciotto") and was very nice to talk and remember the nice time we had togheter while I was living in Catania. We also remembered the nice trip we had togheter in London (almost 4 years ago).
During the weekend I also bought two pairs of shoes in a small shop in Palma Di Montechiaro (the town were I went for high school), and that fun somehow because I could not find anything I liked in Licata, which is bigger than Palma Di Montechiaro.
Now I only have to buy something to eat and some bottle of wine to bring with me in Trento for Apo and Rox.
I go back preparing the suitcase...

サルヴァトーレ



Technorati Tags: , , , ,

venerdì 5 settembre 2008

Learning Hiragana


In questi giorni ho studiato il sillabario Hiragana. La conoscenza di questo insieme di simboli è fondamentale nell' apprendimento della lingua Giapponese perché le parole Giapponesi vengono scritte utilizzando gli hiragana ed i Kanji.
Ho studiato gli hiragana dopo avere imparato i katakana, e devo ammettere che l' apprendimento è stato un pò più difficile rispetto ai katakana. Come nel post riguardante il mio studio del sillabario katakana, ho allegato una foto con il mio nome scritto utilizzando gli hiragana. Tecnicamente non ha alcun senso perché il mio in quanto straniero, deve essere scritto utilizzando i katakana, ma ho voluto comunque mostrare i miei piccoli progressi nello studio degli hiragana.


ENGLISH:

Learning Hiragana

In these days I studied hiragana. To know this set of symbols is very important in Japanese language because all the Japanese words are written using hiragana and kanji symbols.
I studied hiragana after katakana and I must admit that it was harder to learn than katakana. As I did in the article about my studies of katakana, I attached a picture showing my little progresses in writing and learning hiragana symbols. I wrote my name in hiragana even if I know it does not make sense because my name is not Japanese and for that reason it should be written using katakana symbols.

サルヴァトーレ

Technorati Tags: , , ,

mercoledì 27 agosto 2008

Panorama


Sono tornato in Sicilia (a Licata) da qualche giorno e sono stato, e lo sono ancora, molto impegnato a sbrigare varie faccende. Finalmente oggi sono riuscito a fare una scappatina al mare con degli amici.
Al ritorno sono anche riuscito a fare qualche foto del panorama che si vede dalla collina difronte al porto ed alla spiaggia di Marianello.
Beh, spero che vi piacciano, e spero di potere tornare al mare al più presto (non sono nemmeno riuscito ad abbronzarmi).
..


ENGLISH:

Landscape


I am Sicily (in my hometown Licata) since three days and I was, and I am still, very busy. Today I had the chance to go to the beach with some friends. On the way back home I took some picture from the hill in front of the sea port and the beach of Marianello.
Well, I hope you like it and I hope I will have the chance to go to the beach again soon (I could not take any suntan because it was quite late)...

ciao ciao


サルヴァトーレ

Technorati Tags: , , , ,

lunedì 25 agosto 2008

CoE (Aggiornamento)

Circa un mese fa avevo parlato del CoE (Certificato Di Elegibilità). Il certificato mi servirà per ottenere il visto per lavorare in Giappone.
Ad inizio Agosto ho ricevuto conferma da parte della coordinatrice dei progetti di stage alla Asahi KASEI, dell' invio dei docmenti necessari per ottenere il CoE.
Questo significa che molto probabilmente la Asahi KASEI mi invierà il CoE non appena sarò tornato a Trento.
Ora non mi resta che essere paziente....


ENGLISH:

CoE (Update)

More than one month ago I talked about the CoE (Certificate of Elegibility). The certificate is necessary for me to obtain the visa to work in Japan.
In this month I recieve the confirmatio from Asahi KASEI, that they applied for my CoE. That means that probably they will send the CoE during the first two weeks of September.
I cannot wait to recieve it....

サルヴァトーレ

Technorati Tags: , , , ,

domenica 24 agosto 2008

Ritorno a casa

Domani mattina parto per raggiungere casa mia in Sicilia. Tornerò a Trento il 10 Settembre dove aspetterò di partire il Giappone.
Ho molte cose da fare in Sicilia ed ho molte persone care da incontrare prima di partire per la mia esperienza lavorativa in Giappone. Principalmente starò con i miei genitori, dato che probabilmente non li rivedrò per un anno. Sicuramente passerò qualche giorno a Catania dove incontrerò molti miei cari amici.
Inoltre comprerò delle cose che mi serviranno in Giappone, come ad esempio un buona moka della Bialetti che mi permetterà di farmi un buon caffè Italiano anche nel paese del sol levante.
Bene, ora torno a sistemare la valigia....


ENGLISH:

Going back home


Tomorrow morning I will fly to Sicily to reach my hometown. I will be back in Trento on 10th of September, where I will wait to leave to Japan in October.
I have many things to in Sicily and many people and friends to meet before I go to Japan for one year. I will spend long time with my parents and my friends, and surely I will go the beach sometimes. I will also stay some days in Catania were I will many nice old friends.
I will also buy something that I will use during my stay in Japan (for example a good "caffettiera" so that I will be able to make nice Italian café).
Well, now I go back packing...

サルヴァトーレ

Technorati Tags: , , , ,

mercoledì 13 agosto 2008

Learning Katakana


In questi giorni ho studiato il sillabario dei katakana, e nella mia impresa mi sono stati di grande aiuto i programmi iKana ed iNuku. Ho cercato anche di scrivere in modo da memorizzare ancora meglio i simboli e devo dire che il risultato ha impressionato anche me. La velocità con cui riesco a riconoscere i simboli ed a leggere delle parole in katakana è aumentata in modo esponenziale.
Per terminare ho anche imparato a scrivere il mio nome e cognome in katakana. Il risultato lascia un pò a desiderare ma ne sono comunque orgoglioso.
Il prossimo step sarà lo studio del sillabario hiragana, che è fondamentale nella lingua Giapponese.


ENGLISH:

Learning Katakana


In these days I studied katakana and in my learning were very useful the softwares iKana and iNuku. I tried also to write the symbols so that would be easier for me to remember them. The result was surpricing also for me. The speed with which I recognize the symbols and I read small word in katakana increased esponencially.
At the end I also tried writing my name and surname in katakana and even if the result is quite poor I am still proud of it.
Next step will be studying hiragana symbols, which are fundamental in Japanese language.


サルヴァトーレ コセンティーノ


Technorati Tags: , , ,

giovedì 7 agosto 2008

Yukata (how to wear it)

Indossare in modo corretto uno yukata non è semplice come si potrebbe pensare. Il lato sinistro dello yukata viene chiuso sopra quello destro (fare al contrario deve essere evitato in quanto tale procedura viene eseguita per vestire i morti prima del funerale), ed una cintura obi è usata per evitare che lo yukata si apra mentre si è in pubblico.

Fra gli uomini lo yukata viene comunemente indossato in pubblico dai lottatori di sumo. I lottatori di livello non alto devono indossare lo yukata in pubblico indipendentemente dalle condizioni atmosferiche o dalla stagione.

Alla fine del post è stato aggiunto video ce spiega il modo corretto per indossare uno yukata.
in costruzione....


ENGLISH:

Yukata (how to wear it)

To properly wear a yukata is not necessarily obvious. The left side of the yukata is wrapped over the right side (the reverse is to be avoided as only the dead at funeral wears the rigt over the left), and an obi is used to keep the yukata from falling open when worn in public. In private, as after a bath, the yukata is usually simply belted. Also, thonged wooden sandals called geta are usually worn with the yukata.

Amongst men, the most common use of yukata when out in public is when it is worn by sumo wrestlers. Junior ranked wrestlers are expected to wear yukata when out in public, irrespective of the weather conditions or time of the year.
During the summer all wrestlers tend to wear this attire.

Both men and women often wear yukata at traditional Japanese inns, especially ones with their own hot-spring baths. After checking in, people often change into a yukata provided by the inn. Many go for walks outside, to the public bath, and even to dinner and breakfast (taken in a communal dining room) in their yukata.

This post also contains a video that explains how to properly wear a yukata



• How To Dress Yukata •

domenica 27 luglio 2008

Yukata


Lo Yukata (浴衣) è un tradizionale indumento estivo Giapponese. Al giorno d' oggi le persone che lo indossano stanno molto probabilmente recandosi a guardare dei fuochi di artificio (anabi) o ad altri festival o eventi estivi.
Lo Yukata è una specie di Kimono che veniva tradizionalmente indossato dopo avere fatto il bagno, ed ancora oggi nei ryokan le persone lo indossano dopo il bagno.
Per indossare lo Yukata sono necessari anche lo Obi e le Geta.
L' Obi è una cintura tipica nell' abbigliamento tradizionale Giapponese che serve a tenere chiuso il kimono. L' Obi viene anche usato nell' abbigliamento per arti marziali come ad esempio il Judo.
Le Geta sono dei sandali di legno e sono solitamente indossati con lo Yukata.

Anch' io ho il mio Yukata ed è composto come segue:
• Yukata (di colore grigio)
• Obi (di colore giallo scuro)
• Genta (di colore giallo scuro)

Quando vivrò in Giappone sicuramente avrò più occasioni per indossarlo, e vi assicuro che non è scomodo come si potrebbe pensare.
Per la vestizione è necessario che qualcuno vi aiuti...e spero di scrivere al più presto un post riguardante il modo in cui si indossa lo Yukata.


ENGLISH:

Yukata


Genta
Yukata (浴衣) is a Japanese summer clothing. People wearing Yukata are common sight at fireworks displays, and other summer events.
The yukata is a casual for of kimono that is also frequently worn after bathing at traditional Japanese inn.

To wear yukata you also need Obi and Geta.
The obi is a belt used in tradional Japanese clothing and it used to keep the kimono closed. Obi is also used to keep closed kimono used in the judo martial art.
Geta are wooden sandals usually worn with the yukata.

I have my own yukata and it composed as follows:
• Yukata (dark grey color)
• Obi (dark yellow color)
• Geta (dark yellow color)

When I will live in Japan I am sure I will have more chances to wear my Yukata, and I want you to that it is quite confortable to wear.
Wearing a yukata is not necessarily obvious so you will need someone to help you wearing it. I hope as soon as possible I will write a post about how to wear yukata.


サルヴァトーレ


Source: Wikipedia
IMG copyrights: the image on the top is a picture I took at Kyoto station of those two kind girls.

Tag Technorati: , , ,

venerdì 25 luglio 2008

50 anni di Toei Animation

Per chi non la conoscesse, la TOEI animation è il più grande produttore di cartoni animati del Giappone ed uno dei più grandi del mondo. Cercare di fare una lista delle serie animate (quella completa la trovate in fondo a questa pagina) e di OAV che ha prodotto sarebbe quasi impossibile vista la abnorme mole di lavori portati a termine.
Vi basti solo sapere che ha prodotto serie animate tra le quali, "L' uomo Tigre", "Ken Il Guerriero", tutte le serie animate e gli OAV di dragon-ball eccetera, eccetera, eccetera. La loro mascotte (un gatto con cappello da cow-boy) altri non è che il protagonista del lungometraggio "Il gatto con gli stivali" che è stato uno dei primi lavori di Ayao Miyazaki (in questo caso ha fatto da animatore).
Concludendo, la TOEI ha prodotto almeno il 90% dei cartoni animati che io ho guardato nella mia infanzia ed altri nuovi che guardo adesso. Posso solo dire, grazie e tanti auguri alla TOEI animation.


ENGLISH:

50 Years of TOEI Animation

TOEI animation is the biggest animation studio in Japan and one of the biggest in the world. This year they are celebrating the 50 years of activity of the company. They produced almost the 90% of the cartoons I watched when I was young (and they are producing some other I currently watching). Some title is "Tiger Mask", "Hokuto No Ken", all Dragon-Ball tv-series and OAV (even if I only liked the first tv-serie lauched in 1986), and many, many, many others (you can find the complete list at the bottom of this web-page).
The mascotte you can find in the official web-page is the main character of "Nagagutsu wa Haita Neko" aka Puss in Boots) and it was one of the first works, as animator, of Ayao Miyazaki.
What can I say??? Happy birthday TOEI...


• TOEI - old Intro •

• TOEI intro (2000) •

• TOEI intro (2003) •

サルヴァトーレ


Tag Technorati: , , ,
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...